Seo Guru

Consigli per migliorare la SEO locale

Siri, trova un ristorante nei dintorni. C’è chi scommette che questo genere di comandi vocali diventeranno sempre più comuni e utilizzati. L’uso degli assistenti vocali è sempre più diffuso e le previsioni lo vedono come un fenomeno in rapida crescita. Le stime dicono che manca poco e nel giro di pochi anni le voice search supereranno le ricerche tradizionali. Ma cosa viene chiesto di trovare agli assistenti vocali? Chi utilizza l’assistente vocale lo fa sempre più spesso per trovare attività di interesse, come ristoranti, ospedali, negozi, vicino a lui o nei dintorni di una determinata località. Le ricerche locali su Google rappresentano più del 45% delle ricerche totali e questo fenomeno, con l’aumento delle vocal search, è destinato a crescere.

Tutto questo avrà un forte impatto sul local business, considerato che una gran parte delle ricerche vocali, ad oggi, comprende richieste specifiche per determinate località. Per chi possiede un business locale, il momento per iniziare a farsi trovare è adesso, per questo motivo investire sulla SEO local diventa una priorità.

Cos’è la SEO Locale

L’ottimizzazione in chiave SEO dei siti web è uno strumento fondamentale in qualunque strategia di marketing. Chi ha un sito web lo sa bene, se non si viene trovati nel labirinto della rete, non ha senso esistere. Le pagine web dovrebbero tutte essere ottimizzate attraverso parole chiave, che consentono al motore di ricerca di collegarle alla ricerca fatta dall’utente nella maniera più pertinente possibile. Tutto questo è valido per i siti web, ma anche quando si parla di SEO locale, perché i negozi fisici presenti online vogliono apparire tra i suggerimenti delle ricerche locali degli utenti.

In parole povere, lavorare sulla SEO locale significa aumentare la visibilità dei negozi fisici nelle ricerche finalizzate a trovare qualcosa in una determinata aerea geografica di cui essi fanno parte. Ottimizzare la propria presenza online seguendo le regole della local SEO significa migliorare il posizionamento nelle rank di ricerca, aumentare il traffico organico sfruttando la geolocalizzazione, per esempio attraverso Google Maps, ma anche creando contenuti locali e sfruttando social network o link presenti nel proprio sito. Tutti elementi che consento al motore di ricerca di collocarci in una certa zona geografica.

Se qualcuno si trova nei dintorni del nostro locale, per esempio, e decide di cercare un ristorante su Google, grazie ad una buona ottimizzazione SEO locale il nome del nostro ristornate apparirà tra i risultati. Inoltre, la geolocalizzazione dell’utente che fa la ricerca consente anche di apparire nelle ricerche di chi non richiede esplicitamente qualcosa nelle vicinanze, solo perché si trova fisicamente nei dintorni del nostro locale.

Seo Locale - Seo Guru

Migliorare la SEO locale, 5 consigli pratici 

Alla luce di quanto detto in precedenza, le opportunità di business che si possono ottenere attraverso l’ottimizzazione della SEO locale sembrano particolarmente interessanti. Come possiamo allora ottimizzare la Local SEO del nostro business? Ecco 5 consigli da mettere subito in pratica.

Mettere in evidenza l’indirizzo

Partiamo dal consiglio numero uno, specificare il proprio indirizzo. Potrebbe sembrare scontano ma purtroppo non lo è. Spesso, infatti, sono i dettagli che fanno la differenza. Per ottimizzare una pagina web a livello locale è fondamentale che sia ben esplicitato, e sia presente ovunque online, per esempio nei social, l’indirizzo fisico, con anche il  numero di telefono, e che questo abbia ovunque la stessa forma, in modo che le informazioni siano uguali ovunque.

Ottimizzare il sito per le varie tipologie di device

Altra cosa molto importante, che spesso viene trascurata, è che il nostro sito web sia ottimizzato per l’utilizzo sui dispositivi mobili, perché la maggior parte delle ricerche vengono effettuate quando ci si trova già nelle vicinanze del locale, quindi da mobile. Ma non solo, anche perché le ricerche da smartphone sono aumentate esponenzialmente negli ultimi anni e sono destinate a crescere sempre di più. E’ importante quindi che la pagina web risulti accessibile e ben visibile anche dai telefonini.

Google My Business

Terzo consiglio fondamentale è quello di usare Google my business. Creare o, in caso l’abbiamo già, aggiornare la pagina di Google My Business è uno step quasi obbligatorio se vogliamo ottimizzare la SEO locale. L’uso di Google My Business risulta essere uno dei fattori a cui Google dà più rilevanza quando organizza la pagina di ricerca e decide il posizionamento del nostro sito. E’ importante, quindi, che il profilo su Google My Business sia aggiornato, curato e attivo. Per questo motivo, è importante aumentare le recensioni presenti, è buon uso chiedere ai clienti di scrivere una recensione sul profilo GMB, dopo che hanno provato il servizio. 

Creare contenuti in ottica local

Quarto consiglio, creare contenuti locali. I contenuti di qualità sono la chiave di qualunque buona strategia SEO. La musica non cambia quando si parla di ottimizzazione in chiave SEO Locale, in questo caso è importante creare contenuti che attraggano un pubblico “locale”. Proviamo a far diventare il blog del nostro sito l’anima del quartiere, con tante news, eventi e informazioni utili.

Social Network

Quinto consiglio, impariamo a sfruttare i social network. I social sono degli strumenti con un potenziale enorme, consentono di condividere contenuti, di creare una forte community e di raggiungere tanti potenziali utenti. Inoltre vengono usati da Google per raccogliere informazioni su di noi e per decidere il posizionamento nella pagina di ricerca. E’ tempo, dunque, di diventare più social in nome dell’ottimizzazione SEO locale.



Aggiungi un commento